Change Management e Digital Transformation

Digital Transformation e Change Management vanno avanti di pari passo. Il digitale è tra i principali driver del cambiamento organizzativo delle aziende, preceduto solo da iniziative di efficientamento e nuove esigenze dei clienti.

Senza dimenticare che il cambiamento deve mettere le persone al centro.

Il Change Management è l’insieme delle attività strutturate per la gestione del cambiamento in azienda. Si tratta di un percorso articolato e complesso, perchè ha un forte impatto sulle abitudini delle persone, che per loro natura mostrano sempre una certa resistenza al cambiamento. Gestire l’aspetto umano, che significa accompagnare le persone verso nuovi obiettivi e consuetudini, risulta quindi l’aspetto più delicato.

Il Change Management va di pari passo con la Digital Transformation. Introdurre le tecnologie senza trasformare abitudini e processi è infatti inutile, e può rivelarsi uno spreco di soldi e di tempo. Nel 2017, infatti, la trasformazione digitale è entrata per la prima volta al terzo posto tra le ragioni del cambiamento sul posto di lavoro.

Change Management significa costruire un percorso di transizione che dalla situazione attuale (dove siamo) fissa un obiettivo (dove vogliamo arrivare) e una transizione (come ci arriviamo). Una metodologia efficace di Change Management deve contemplare tutti gli elementi in gioco.

Change Management e Digital Transformation

Digital Transformation e Change Management vanno avanti di pari passo. Il digitale è tra i principali driver del cambiamento organizzativo delle aziende, preceduto solo da iniziative di efficientamento e nuove esigenze dei clienti.

Senza dimenticare che il cambiamento deve mettere le persone al centro.

Il Change Management è l’insieme delle attività strutturate per la gestione del cambiamento in azienda. Si tratta di un percorso articolato e complesso, perchè ha un forte impatto sulle abitudini delle persone, che per loro natura mostrano sempre una certa resistenza al cambiamento. Gestire l’aspetto umano, che significa accompagnare le persone verso nuovi obiettivi e consuetudini, risulta quindi l’aspetto più delicato.

Il Change Management va di pari passo con la Digital Transformation. Introdurre le tecnologie senza trasformare abitudini e processi è infatti inutile, e può rivelarsi uno spreco di soldi e di tempo. Nel 2017, infatti, la trasformazione digitale è entrata per la prima volta al terzo posto tra le ragioni del cambiamento sul posto di lavoro.

Change Management significa costruire un percorso di transizione che dalla situazione attuale (dove siamo) fissa un obiettivo (dove vogliamo arrivare) e una transizione (come ci arriviamo). Una metodologia efficace di Change Management deve contemplare tutti gli elementi in gioco.

Le nostre attività

Analisi della maturità digitale

Un’impresa che voglia avviare la trasformazione tecnologica 4.0 deve prima di tutto conoscere il proprio livello di maturità digitale. Come? Analizzando il grado di digitalizzazione dell’azienda e la sua capacità di rendere più efficiente il proprio modello di business attraverso tecnologie abilitanti e innovazioni organizzative.

Scegliere un approccio strategico alla trasformazione digitale

Definire una strategia digitale significa mettere a fuoco la visione, gli obiettivi, le iniziative utili a massimizzare le opportunità e i benefici economici che derivano dall’uso delle tecnologie digitali. In pratica, la strategia declina i passi operativi della trasformazione e descrive i cambiamenti dei processi aziendali che influiranno sul modo di erogare un servizio o un prodotto, di semplificare i processi interni e di collaborare nell’organizzazione.

Analizzare le infrastrutture informatiche

L’Assessment di un sistema informativo può essere considerato in vari modi: come il momento finale del suo ciclo di vita, come un momento iniziale che precede lo studio di fattibilità di un nuovo sistema o come l’attuazione di interventi correttivi sul sistema esistente. È dunque una diagnosi dei bisogni tecnologici e informatici aziendali, che eseguiamo per capire quali interventi è necessario attuare.

Usare la tecnologia per far evolvere il business

Il cambiamento digitale non riguarda solo la tecnologia, ma anche l’evoluzione dell’organizzazione, dei metodi di lavoro, dell’esperienza del cliente. Il Business Process Reengineering (BPR) è il primo passo per agire su questi aspetti e rendere più funzionali le imprese. Il nostro lavoro consiste nel realizzare BPR aziendali legati all’adozione di tecnologie innovative di informatizzazione e digitalizzazione dei processi, siano essi produttivi o gestionali.

Imparare a fare a meno della carta

Fra gli obiettivi della digitalizzazione rientra l’attuazione del modello di Paperless Company, un ambiente di lavoro in cui l’uso della carta si avvicini allo zero. Ciò avviene convertendo i documenti cartacei in forma digitale (dematerializzazione) e riorganizzando l’azienda in modo da generare solo documentazione elettronica.
Nella pratica, la trasformazione in azienda paperless avviene attraverso l’adozione di un Document Management System (DMS), un software di gestione dei documenti che svolge la funzione di archiviazione.
A differenza di altri software, il tempo di ritorno degli investimenti nei sistemi documentali è inferiore all’anno e in alcuni casi anche a sei mesi.

Capire il cloud e usarlo a vantaggio dell’azienda

Trarre un vantaggio competitivo dal cloud richiede approfondite conoscenze tecniche. Aiutiamo le aziende a comprendere le potenzialità di questa risorsa per utilizzarla al meglio, con un approccio che parte dalla comparazione di più modelli e che arriva a fornire soluzioni per guadagnare in efficienza spendendo meno.